30% dei tetti residenziali soddisfatti con fotovoltaico: l’ENEA investe sull’energia solare per coprire il fabbisogno elettrico

Installare pannelli fotovoltaici sul 30% circa della superficie complessiva dei tetti degli edifici ad uso abitativo del nostro Paese potrebbe soddisfare l’intero fabbisogno elettrico del settore residenziale nazionale. È quanto emerge da uno studio dell’ENEA pubblicato sulla rivista Energies, che descrive il potenziale del fotovoltaico in Italia al 2030 e al 2050 sfruttando solo le superfici di copertura dei tetti degli edifici esistenti.

Vuoi avere più informazioni? Contattaci!


Nicolandrea Calabrese, responsabile del Laboratorio ENEA di Efficienza energetica negli edifici, spiega che in Italia ci sono oltre 12 milioni di edifici residenziali con una superficie totale dei tetti di circa 1.490 km2, di cui solo 450 km2 potrebbero ospitare pannelli fotovoltaici. Questo corrisponde al 30% circa della superficie totale.

Occupando interamente questa superficie ottimale, si potrebbero generare oltre 79 mila GWh di energia elettrica con una potenza installata di 72 GW. Anche con una superficie inferiore occupata, si potrebbe comunque soddisfare il fabbisogno energetico elettrico del settore residenziale.

Ma gli scenari più probabili indicano che la potenza fotovoltaica installata potrebbe raggiungere solo 6 GW entro il 2030, l’11,5% dell’obiettivo nazionale. Al 2050, la produzione di energia elettrica da fotovoltaico potrebbe coprire quasi il 40% del fabbisogno nazionale, con variazioni significative a livello regionale.

Per promuovere il fotovoltaico sui tetti, potrebbero essere necessari incentivi o azioni regionali specifiche. È stato definito un nuovo indice per misurare il potenziale fotovoltaico di ciascuna regione, che potrebbe aiutare i decisori politici ad adottare strategie energetiche efficaci.

Al 2050, nel Nord-ovest si potrebbe produrre oltre 5.500 GWh di energia elettrica con il fotovoltaico sui tetti, coprendo fino al 50% del fabbisogno residenziale. Nel Nord-est questa percentuale potrebbe superare il 50%, mentre al Centro scenderebbe a circa il 40%. Nel Sud e nelle Isole la copertura sarebbe inferiore.

Nonostante il potenziale del fotovoltaico sulle coperture degli edifici, rimangono sfide come la natura intermittente di questa fonte di energia e le procedure amministrative complesse. Tuttavia, recentemente è stata introdotta una normativa per semplificare le procedure e promuovere nuove installazioni sui tetti, compresi quelli dei centri storici.

Fonte

Vuoi avere più informazioni? Contattaci!


30% dei tetti residenziali soddisfatti con fotovoltaico: l’ENEA investe sull’energia solare per coprire il fabbisogno elettrico ultima modifica: 2024-04-08 06:30:44.000000 da Carosello